Avellino-Cavese: la conferenza stampa di Braglia pre partita

AVELLINO-CAVESE – A due giorni dal match del “Partenio-Lombardi”, mister Piero Braglia ha parlato in conferenza stampa per presentare la sfida interna con la Cavese, in programma sabato alle ore 17.30.

Le dichiarazioni di Braglia alla vigilia di Avellino-Cavese

“Noi dobbiamo aspettarci una gara difficile, perché loro si stanno rinforzando giorno dopo giorno, perché penso che a nessuno piace retrocedere. Sappiamo che se sbagliamo approccio alla partita, ci faremo male. Io sono tranquillo, i ragazzi stanno bene e spero vadano in campo con lo spirito giusto.

Penso sia normale che loro vogliano fare risultato qua, così come noi vogliamo vincere. Campilongo? È un allenatore che conosco da tempo, è una brava persona, lo saluterò calorosamente e gli auguro di raggiungere la salvezza quanto prima, ma dopo la partita di sabato chiaramente.

La partita di Teramo? Fino a un quarto d’ora dalla fine, la gara l’abbiamo gestita noi, perché eravamo andati sotto subito e quindi era prevedibile una nostra reazione. Nell’ultimo quarto d’ora è semplice il discorso: non ne avevamo più, eravamo stanchi. Abbiamo anche rischiato di perderla, ma ci sta, a Teramo hanno perso in tante. Ci siamo abbassati perché non ne avevamo più, quindi abbiamo fatto quello che potevamo fare in quel momento. Non credo che siamo stati rinunciatari, perché abbiamo pressato alto sin dall’inizio, cercando di non dare loro spazio per impostare.

L’infermeria? Credo ci sia rimasto solo De Francesco al momento, che dovrebbe tornare la prossima settimana in gruppo. Errico sta lavorando per recuperare, non è ancora al meglio della condizione. Ha ancora paura di farsi male dopo gli infortuni muscolari avuti, a volte non forza per paura di avere una ricaduta. Maniero sta bene, si è allenato con la squadra e quindi è a disposizione.

Illanes? Ieri mi ha fatto una buona impressione, perché rispetto ad altri è un ragazzo che conosci i suoi pregi e i suoi limiti. Fa tutto in funzione delle sue capacità, è uno che parla poco, entra quando deve entrare, mi piace. Altri colpi sul mercato? Noi non ne abbiamo parlato nemmeno fra noi, quindi al momento siamo apposto. Se poi verranno fuori altre situazioni, vedremo.

I nuovi acquisti dal primo minuto? Carriero ha fatto bene, ma mi è piaciuto anche Baraye, nonostante sia entrato in un momento molto particolare della gara di Teramo. La squadra era stanca e quindi anche lui non si è potuto esprimere al meglio.

Le ripartenze vanno sfruttate meglio, mentre per quanto riguarda i tiri in porta abbiamo sbagliato molto anche tecnicamente. Abbiamo sbagliato diversi tiri, poi è chiaro che faccio vedere ai ragazzi tutto quello che sbagliamo e che possiamo fare meglio. A me sembra che questa squadra qui stia facendo un percorso buono. La realtà te la dice la classifica e credo che con noi la classifica sia anche bugiarda: per tutti i problemi che abbiamo avuto, siamo attaccati ad un carro importante per noi, ma nulla ci vieta di essere più ambiziosi o di andare a prendere il Bari se loro avranno problemi.

Anche io vorrei vedere le cose fatte in un’altra maniera, anche da me stesso. Questa settimana abbiamo iniziato a lavorare veramente bene, quindi anche io mi aspetto di vedere dei miglioramenti sotto il profilo del gioco.”

Leggi anche:

Avellino Calcio, Di Somma: “Smentisco Vajushi, D’Angelo ha richieste dalla Serie B”

Armando Vajushi torna all’Avellino?

Avellino Calcio, 7-0 il risultato finale dell’amichevole con la Primavera (13 gennaio 2021)

Avellino Calcio, il Presidente D’Agostino eletto Consigliere di Lega Pro

avatar
Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, ama, segue e pratica lo sport più bello del mondo.