Avellino-Teramo 2-0: le dichiarazioni di Tedino nel post partita

Un mister Tedino tutt’altro che soddisfatto quello intervenuto nel post partita di Avellino-Teramo, terminata sul punteggio di 2-0 in favore dei Lupi.

Le dichiarazioni di Bruno Tedino nel post partita di Avellino-Teramo 2-0

“Sono convinto che il Teramo ha fatto 20 minuti iniziali molto buoni, cercando di prendere l’iniziativa, trovandosi un muro davanti in 11 contro 11, con un 5-4-1 schierato in maniera molto ordinata. Abbiamo avuto un paio di palle molto importanti, con Abibi che ha fatto una grande parata su Cianci. Sul ribaltamento di fronte abbiamo preso gol e sul successivo ribaltamento di fronte siamo rimasti in dieci.

Sapevamo che ci saremmo trovati di fronte una squadra ordinata, aggressiva, che ci avrebbe reso la vita difficile. Non per addolcire la sconfitta, ma rimanere in dieci non c’ha reso certo la vita facile. La partita si è decisa per la bravura dell’Avellino, per alcuni episodi che andrebbero discussi e per alcuni nostri errori. La possibilità di riaprirla con Lasik l’abbiamo avuta, purtroppo non siamo stati bravi a sfruttarla.

Ignoffo? È un ragazzo che ci ha accolto a Palermo e ci ha fatto conoscere la città, è stata una persona molto importante. A livello professionale, ha avuto una possibilità importante qui ad Avellino e non posso che augurargli il meglio. Mi dispiace solo che abbia vinto oggi (sorride, ndr)”.

Le mie dichiarazioni alla vigilia? Grazie per la domanda, così chiarisco. Mi è stato chiesto se sulla carta il Teramo fosse più forte dell’Avellino: se avessi detto di no, mi avrebbero dato del bugiardo. Sulla carta è una cosa, poi c’è il campo e l’Avellino è stato più bravo. Io vengo da una famiglia umile, non mi permetterei mai di fare il gradasso con gli altri.

Che Avellino ho visto? Vi ricordo che avete vinto col Bari 1-0, vinto una partita difficile a Vibo rimanendo in dieci per dieci minuti, cambiando modulo e trovando le soluzioni giuste. La batosta col Catania non ha influito più di tanto. Guardando in casa nostra, dobbiamo soltanto abbassare la testa, stare zitti, molto zitti, e pedalare”.

Leggi anche:

Avellino-Teramo 2-0: le dichiarazioni di Di Paolantonio e Karic nel post partita

Avellino-Teramo 2-0: le dichiarazioni di Lasik nel post partita

Avellino-Teramo 2-0: le dichiarazioni di Ignoffo nel post partita

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.