Avellino Calcio, Braglia: “Calciomercato? Non vogliamo gente con la pancia piena”

AVELLINO CALCIO – Quando stanno per terminare tutti i campionati di calcio della stagione 2019-20, è già tempo di pensare al mercato e alla prossima annata sportiva. È ciò che sta facendo anche l’Avellino di mister Piero Braglia, allenatore approdato ufficialmente sulla panchina biancoverde lo scorso 13 luglio.

L’obiettivo del Presidente D’Agostino e del DS Di Somma è quello di ricostruire una squadra che perderà gran parte degli elementi protagonisti nel corso dell’ultimo campionato di Lega Pro. Giovani con diverse presenze in Serie C e tasselli di esperienza che non possono mancare in un organico chiamato ad affrontare il difficilissimo Girone C: questi gli identikit di staff tecnico e società.

A commentare le prime voci di mercato, c’ha pensato lo stesso Pietro Braglia, intervistato da Il Corriere dello Sport: “Mi diverto a sentire i nomi messi in giro da chi spara nel mucchio, sperando di centrare l’acquisto vero. Stiamo cercando i giovani per il momento, sono loro gli elementi fondamentali per porre le basi di una squadra forte.

Per ora, – aggiunge – i mammasantissima non ci interessano, ci sarà la fila ora per venire ad Avellino e noi sapremo valutare e scegliere gente che abbia voglia di mettersi in discussione, senza avere la pancia piena. Di Somma? Avrà anche mille difetti, come me, ma sa scegliere i giovani come nessun altro. Con lui litigo da una vita, da quando mi dava calcioni in Serie A, ero un attaccante sgusciante e lui uno che faceva male, gamba o pallone. Meglio diventare amici e lo siamo da quando abbiamo lavorato alla Juve Stabia.

Ora è a Milano a parlare con l’Inter di alcuni giocatori, – prosegue Braglia – non so neanche chi sono, so solo che a Castellammare mi portò Falcinelli, Sau, Mbakogu, Pavoletti che mai avevo sentito nominare, ora ne parlano tutti.

Cosenza e Juve Stabia a rischio retrocessione? Calendario infame, incontrarsi proprio all’ultima giornata. Davvero non so per chi tenere, mi piacerebbe vederle entrambe salve. Anche perché, averle concorrenti in Lega Pro mi scoccia proprio”.

Leggi anche:

Calciomercato Avellino, Giovanni Pinto e Pietro Cianci nel mirino

Paolo Rozzio all’Avellino? La risposta del difensore della Reggiana

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.