Avellino-Bari 2-2: le dichiarazioni di Vivarini nel post partita

Nel post partita di Avellino-Bari, ha parlato in conferenza stampa il tecnico dei Galletti, Vincenzo Vivarini, che ha analizzato così il 2-2 maturato questo pomeriggio allo stadio Partenio-Lombardi.

Le dichiarazioni di Vivarini nel post partita di Avellino-Bari 2-2

“Ci aspettavamo un Avellino così tignoso e così aggressivo. Ci aspettavamo diverse insidie anche dal punto di vista del terreno di gioco. Stiamo lavorando in un certo modo sotto il profilo atletico, infatti arrivavamo in ritardo su alcuni palloni. Con il cambio di allenatore, succede sempre qualcosa, quindi ci aspettavamo una partita molto difficile. La partita di oggi ci dà la possibilità di tornare su alcuni punti, sui quali dobbiamo ancora lavorare.

Le assenze? Il Bari ha una rosa ampia, i giocatori che avevo a disposizione hanno reso bene. Gli attaccanti che hanno giocato oggi si sono mossi molto bene e il primo gol di Simeri lo dimostra, visto che si son cercati e trovati molto bene. Siamo rammaricati per il pensiero difensivo del primo tempo, perché abbiamo preso il gol lasciando Di Cesare uno contro uno con il loro attaccante.

Risultato giusto? Beh, è arrivato il 2-2 quindi è giusto. Dispiace perché, dopo averla ribaltata, stavamo gestendo bene il possesso. Non dobbiamo concedere punizioni così vicino all’area in determinati momenti, perché basta una sbavatura che poi la paghi a caro prezzo.

Il cambio di Costa? È quello che ha sofferto maggiormente il terreno di gioco, poi aveva i crampi e ho dovuto gestirlo anche in vista di mercoledì. I giocatori inseriti oggi dal primo minuto? Cerco sempre di ragionare di squadra, senza concentrarmi troppo sui singoli. È una questione di reparto e di squadra. Kupisz e Awua hanno avuto qualche difficoltà in alcune situazioni, però alla fine sono riusciti a rendere abbastanza bene. Il reparto offensivo si sta amalgamando piuttosto bene, vista la prestazione di oggi di Simeri e Neglia, che non hanno fatto rimpiangere Antenucci. Ferrari, invece, è un giocatore che può esserci utile in determinate fasi della gara.

Chiaro che oggi potevamo fare meglio, il gol dell’Avellino non mi va giù, dobbiamo imparare a muoverci più velocemente. Posso dire che ho trovato uno spogliatoio piuttosto rammaricato, quindi questo mi fa piacere e fa ben sperare per il futuro. 

L’Avellino? Ho trovato dei giovani molto validi, che hanno tecnica, hanno gamba, hanno forza e che ripartivano con pericolosità. Ho visto bene Di Paolantonio e Tonti, che ho allenato a Teramo vincendo un campionato, mi fa piacere soprattutto per Alessandro, che sta mettendo in campo grande qualità.

Il problema di Antenucci? È rimasto a casa per risolvere questo blocco alla schiena, speriamo di averlo a disposizione mercoledì”.

Leggi anche:

Avellino-Bari 2-2: Risultato Finale e Tabellino (Serie C 2019-20)

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.