Canoni Stadio Partenio-Lombardi, nuova riunione in Commissione Trasparenza

AVELLINO CALCIO – Nuovo capitolo della telenovela che vede protagonista il nuovo “Stadio Partenio-Lombardi”, voluto fortemente dal patron Angelo Antonio D’Agostino e dall’attuale amministrazione comunale. Questa mattina, proprio a Palazzo di Città, si è riunita nuovamente la Commissione Trasparenza del Comune di Avellino, presieduta dal Dott. Ettore Iacovacci, accompagnato dall’Architetto Filomena Smiraglia e dai rappresentanti del Consiglio Comunale: dopo un lungo dibattito, caratterizzato anche da toni piuttosto accesi, ecco quanto emerso sull’accordo raggiunto nella giornata di ieri da Comune e US Avellino.

Così l’Architetto Smiraglia nel corso del summit tra le mura comunali: “Firmato un accordo transattivo con la società: ho ritenuto opportuno applicare uno sconto del 33% sui canoni relativi alle stagioni sportive interessate dal Covid. L’US Avellino ha già pagato una prima rata sulla base dell’importo totale stimato. Sono presenti i canoni pendenti della società Sidigas, più i canoni che arrivano fino a gennaio 2022, quando l’US Avellino aveva una concessione per utilizzare lo Stadio Partenio-Lombardi. Da gennaio a giugno a titolo di indennizzo, perché l’interesse ultimo del Comune é, e deve essere, incassare i soldi che la società deve al Comune stesso. Per me, dopo l’accordo stipulato, l’US Avellino non è un soggetto moroso.”

“Siamo in attesa di una delibera della giunta comunale che acclari la presenza di una convenzione, – ha ribadito a gran voce il Presidente della Commissione Trasparenza, Ettore Iacovacci – la convenzione di cui ha tanto parlato l’Architetto Smiraglia. Aspettiamo le carte dalla Dirigente. Punto secondo: un piano transattivo va correlato da una fideiussione, come specificato anche da AssoServizi, che ha precisato come la fideiussione sia ancora in fase di preparazione. Se non c’è questa fideiussione, i tributi non risultano pagati, nonostante l’approvazione del piano. Poi, continuo a ribadire: siamo in presenza di una licenza d’uso, ma non di una convenzione. L’US Avellino, peraltro, ha pagato soltanto 75.000 euro su un milione di euro totale da versare.

Il nuovo stadio? Al momento non credo ci siano i presupposti, soprattutto se si parla di un Comune che deve concedere uno stadio alla società US Avellino per i prossimi 99 anni. Ma se la società dell’Avellino Calcio è debitrice del Comune, come fa il Comune a concedere lo stadio per 99 anni all’Avellino Calcio? Credo che questi movimenti, intesi come copertura dei debiti che D’Agostino ha nei confronti del Comune, siano orientati a ripulire la posizione della proprietà in vista della concessione del nuovo stadio”, ha concluso Iacovacci.

Leggi anche:

Stadio Partenio-Lombardi, accordo raggiunto tra US Avellino e Comune su canoni arretrati

avatar
Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, è anche speaker di Radio Punto Nuovo da agosto 2021.