Scandone Avellino, ok del Tribunale all’offerta per il titolo di Roseto

SCANDONE AVELLINO – Nuova puntata della querelle che vede protagonista la Scandone Avellino, che ha chiaramente manifestato la volontà di acquisire il titolo dei Roseto Sharks e di ripartire dalla Serie A2. Pochi minuti fa, è arrivato l’atteso ok da parte del Tribunale di Avellino e dell’Amministratore Giudiziario Baldassarre.

Dopo il passo indietro de La Pallacanestro Avellino, neo progetto del basket irpino guidato da De Vizia e Sanfilippo, la Scandone ha avuto la possibilità di avvicinarsi sensibilmente all’offerta presentata negli ultimi giorni dalla Stella Azzurra Roma, anch’essa interessata all’acquisizione del titolo di Roseto. I capitolini, dal canto loro, avevano messo sul piatto una cifra pari a 120.000€, comprensiva della mole debitoria dei rosetani più il costo del titolo sportivo.

Ora, la palla passa nelle mani di Roseto, sodalizio che deve decidere a chi cedere il proprio titolo sportivo in vista della stagione 2020-21. La Scandone, adesso, è realmente in corsa per l’acquisizione di un titolo di A2.

AGGIORNAMENTO: IL DG CANONICO SMENTISCE L’OK DEL TRIBUNALE

Leggi anche:

Scandone Avellino, richiesta di acquisizione del titolo dei Roseto Sharks in A2

Pallacanestro Avellino, richiesta di acquisizione del titolo di Roseto in Serie A2

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.