Calciomercato Avellino, tra acquisti e cessioni: le certezze del 3-4-3 di Taurino

AVELLINO CALCIO – Strategia chiara, poca confusione e tanta pazienza. Queste le caratteristiche che, finora, contraddistinguono il mercato dell’US Avellino e l’operato del DS Enzo De Vito. Il dirigente di Capriglia, ieri in campo al “Tommaso Bruno” di Montefalcione insieme alla famiglia D’Agostino per una partita di beneficenza, continua a lavorare sul fronte uscite e sui nuovi volti che andranno ad arricchire l’organico a disposizione di Roberto Taurino.

Il 3-4-3, come più volte ribadito, è il sistema di gioco di partenza. Da qui, le prime indicazioni su chi potrebbe rimanere della rosa attuale: sicuri di un posto i portieri Pane e Pizzella, l’ex Novara Bove, gli esterni Rizzo e Micovschi (anch’egli considerato un “quarto di centrocampo”, ndr), il mediano Antonio Matera e il tandem Kanouté-Murano. Salgono anche le quotazioni di Totò Di Gaudio, le cui condizioni fisiche non sono mai state ottimali nel corso dell’ultima annata sportiva. Il giocatore palermitano, però, potrebbe rappresentare un jolly importante e la società irpina è convinta di poter contare ancora su di lui.

In porta, andrà via Francesco Forte, finito più di una volta nel mirino della critica nel recente passato. Al suo posto, un Over piuttosto giovane o un Under di una Primavera di Serie A (Edoardo Piana dell’Udinese, ad esempio, ndr) in grado di alternarsi con l’esperto Pasquale Pane.

Capitolo difensori: una volta scelta la retroguardia a tre, è necessario disporre almeno di 5 centrali, più un calciatore capace di adattarsi nel ruolo di “braccetto” in caso di necessità (alla Ciancio, per intenderci). L’Avellino, oltre a Bove, vuole trattenere anche Alberto Dossena, ragazzo classe ’98 che non verrà riscattato dall’Atalanta ed è a tutti gli effetti un patrimonio dei Lupi. Allo stesso tempo, però, l’agente Michele Bianchini vorrebbe portarlo quanto prima in Serie B, per permettergli di misurarsi in un campionato di livello superiore: se arriveranno offerte interessanti dalla cadetteria, il club di D’Agostino le valuterà con attenzione.

Salutato Chiti, rientrato alla Fiorentina dopo un prestito assolutamente inutile, dirà addio all’Irpinia anche Gennaro Scognamiglio, veterano che ha reso molto al di sotto delle aspettative. Con lui si troverà un accordo sulla buonuscita, considerando che nel 2021 firmò un biennale da circa 160.000 euro all’anno. Da valutare la posizione di Luigi Silvestri, difensore che rimarrebbe volentieri alla corte di Taurino e andrà in ritiro con il resto del gruppo, prima di una decisione definitiva. Occhio ai probabili acquisti: Mario Mercadante è in cima al taccuino del Direttore Sportivo ex Genoa e Parma.

In mediana, resterà soltanto Antonio Matera, dimostratosi un rincalzo affidabile. Kragl e De Francesco sono in scadenza e non rinnoveranno. Mastalli è da tempo fuori dai radar avellinesi, mentre Aloi e Carriero hanno diverse offerte in Lega Pro ed entro il 15 giugno potrebbero già formalizzare il loro addio. Dunque, in entrata, ci sarà bisogno almeno di un play e di altri due centrocampisti importanti in grado di fare le due fasi.

Sulle corsie esterne, approderanno all’ombra del “Partenio-Lombardi” due Under pronti a farsi le ossa in Serie C. Contatti continui con le società di massima serie per regalare a Taurino due nazionali U20, da affiancare a Rizzo e Micovschi (entrambi classe ’99, ndr). Out dal progetto tecnico, invece, Ciancio, Tito e Mignanelli: il terzino genovese e l’ex Modena dovrebbero cambiare girone, mentre non è escluso che lo stabiese faccia ritorno nella sua città natìa.

Davanti, ci sarà una batteria di tre centravanti e quattro esterni offensivi: l’attacco sarà guidato da Jacopo Murano e da un altro centravanti che arriverà nel corso del mercato estivo. Da “piazzare” Riccardo Maniero, Gabriele Bernardotto e Vincenzo Plescia; per quest’ultimo ci sono tante proposte sul tavolo da parte di club di Lega Pro di fascia “medio-bassa”. Kanouté, Di Gaudio e altri due elementi di alto livello sulle fasce. Obiettivi chiari, senza fretta, ma con la consapevolezza di non poter sbagliare.

Leggi anche:

Chi è Pak Kwang-Ryong, nuovo attaccante dell’Avellino Calcio (Foto Fake)

Campagna Abbonamenti Avellino Calcio 2022-23: Info, Prezzi e Modalità d’Acquisto

avatar
Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, è anche speaker di Radio Punto Nuovo da agosto 2021.